16 Dicembre 2017

Progetto 5 per mille

Per l´annualità 2015, abbiamo scelto di destinare le risorse provenienti dal 5 per mille al potenziamento del SERVIZIO DI ORIENTAMENTO AL LAVORO dei PUNTI FAMIGLIA ACLI esistenti presso le sedi Acli Provinciali di Lucca, Prato e Pistoia.
Attraverso questa attività I PUNTI FAMIGLIA vogliono rivolgersi a tutti i cittadini in cerca di occupazione con particolare attenzione ai seguenti soggetti:
•cittadini inoccupati e disoccupati nella normalità problematica, ovvero quelle persone le cui basi materiali e relazionali non presentano particolari problemi ma, a causa delle difficoltà che devono quotidianamente affrontare (precarietà del lavoro, peggioramento della situazione economico-finanziaria, ecc.), possono entrare in crisi in qualsiasi momento;
•cittadini 45+ che vivono disagi particolari, ovvero quelle persone che attraversano momenti di difficoltà temporanei o permanenti;
•inoccupati, disoccupati in difficoltà per motivi di indigenza, considerando, da una parte, le persone relativamente povere, ovvero quelle che dispongono di meno risorse rispetto alla media della popolazione e che devono affrontare le difficoltà della vita quotidiana, non potendo partecipare agli stili di vita, alle abitudini e alle attività socialmente approvate e incoraggiate in una certa società in quanto aventi lavori precari; da un’altra, le persone che vivono nella povertà assoluta, vale a dire quelle persone che che, affrontando uno stato di deprivazione sostanziale, derivante da una disoccupazione perdurante, sono incapaci di procurarsi beni e servizi essenziali al soddisfacimento dei bisogni primari.

Le difficoltà economiche verranno affrontate anche attraverso l’erogazione di servizi di consulenza fiscale e di ottimizzazione del bilancio familiare, stimolando peraltro risposte in cui le famiglie si rendano artefici di iniziative di aggregazione e mutuo-aiuto.

Verranno fornite risposte anche legate alla sfera occupazionale. Essenzialmente verranno forniti servizi volti alla consapevolezza delle loro competenze professionali e, al contempo, potranno gettare le basi per la definizione di percorsi di inserimento occupazionale più stabili e consapevoli da lato dei diritti/doveri che regolano il rapporto di lavoro e che permettano di sviluppare le capacità di autoimprenditorialità (in particolare sociale).

In particolare, verrà fornita consulenza:

•nella stesura di cv in formato elettronico con completezza, chiarezza e sintesi;
•nel far apprendere il meccanismo di ricerca del lavoro online (come presentarsi per un’autocandidatura, come rispondere a un annuncio, come inserire una richiesta di lavoro), fornendo un’alfabetizzazione informatica di base finalizzata all’utilizzo della posta elettronica, dello smartphone, etc.;
•mettendo a disposizione postazioni di lavoro per la ricerca del lavoro online;
•simulando colloqui di lavoro, anche in gruppo.

Nell’ambito delle attività del progetto sarà anche organizzato un corso di formazione per gli operatori degli sportelli dei PUNTI FAMIGLIA con lo scopo specifico di metterli in grado di conoscere gli strumenti base della valutazione degli apprendimenti e la certificazione delle competenze.


Dimensione: 1,28 MB
[<<] [Dicembre 2017] [>>]
LMMGVSD
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
16-12-2017 - eventi
[ continua ]

Focus sulla Riforma del Terzo Settore

[]

L´archivio delle idee ACLI

[]
Note politiche, Position paper, E-book, Report, Dossier

Area Riservata

Forum RFSA

Le ACLI Toscane aderiscono a

[]

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]