13 Agosto 2020

ACLI PISTOIA: CIBO, AMBIENTE, LAVORO, EUROPA

09-04-2015 17:10 - NEWS ACLI TOSCANA - territorio
Sfide del nostro tempo - Occasioni per interrogarci
nel ricordo di Alexander Langer

Acli Pistoia e Centro Espaces Giorgio La Pira organizzano in questa primavera quattro incontri su aspetti forti che ci riguardano da vicino in un rapporto fra locale e prospettive sia europee che globali.

Da anni il nostro Paese è immerso in una crisi economica che non sembra veder fine, che ha condotto a una nuova diffusione delle povertà, che si è affiancata a una crisi di tipo morale con vari ed estesi fenomeni di corruzione e malaffare in una situazione di illegalità diffusa e spesso nascosta nelle dimensioni ordinarie del vivere sociale.

Da anni, in Italia, stiamo vivendo una crisi sociale diffusa: questa coinvolge il mondo del lavoro con trasformazioni profonde dettate dal modello neoliberista con il dominio dei poteri finanziari e delle logiche di un mercato lasciato senza controllo da parte della politica. Uno fra gli aspetti più eclatanti è il livello di disoccupazione: in particolare fra i giovani.

Il quadro socio-economico italiano, di crisi e sofferenza sociale, si inserisce in un contesto europeo caratterizzato da istituzioni sempre più percepite come responsabili, o co-responsabili, della crisi: una critica non senza ragioni, visto che l´Unione Europea tende ad accentuare sempre più la componente del mercato per perdere di vista la dimensione politica, la ricerca della coesione sociale.

Questa nostra riflessione primaverile, nell´anno del tanto chiacchierato Expo sul cibo e nell´anno che vedrà i governi riuniti a Parigi per scelte improcrastinabili nella lotta ai mutamenti climatici, si colloca dunque tra uno sguardo all´Europa e una lettura delle realtà locali: l´obiettivo, certo ambizioso, è cogliere spazi di un impegno sociale negli ambiti in cui possiamo essere presenti, per ispirare scelte, individuare buone pratiche, sostenerle e generarne di nuove.

Il percorso di approfondimento, con le quattro serate tematiche, sarà ospitato nel circolo ACLI di Montemagno (Quarrata) e nei locali del Convento San Domenico a Pistoia.

Ci è sembrato giusto e significativo dedicare questa riflessione ad Alexander Langer.
20 anni fa volle lasciarci: la sua testimonianza, di pensiero e di vita, merita di essere ripresa.

PROGRAMMA

Venerdì 10 aprile ore 21,00
"Il cibo: qualità della vita, convivenza e futuro"
Sede: Circolo Montemagno
Relatori: Massimo Orlandi (giornalista e scrittore, autore del volume "La terra è la mia preghiera. Vita di Gino Giromoloni, padre del biologico") e Paolo Petracca (Presidente ACLI Milano e rappresentante per il terzo settore all´Expo di Milano)

La serata prenderà in considerazione il tema del cibo. L´alimentazione sufficiente per tutto il pianeta, e quindi la lotta alla fame, è ambito di primaria importanza in un mondo che si scopre sempre più interrelato. Il cibo è connesso a scelte di produzione su cui è aperto un grande dibattito: anche sulla liceità della produzione di organismi geneticamente modificati. Si aprono dunque interrogativi sulla qualità del cibo e sui modi di produzione, su abitudini alimentari talvolta dannose per la salute stessa, sulle conseguenze negative per altre specie e per l´ambiente.
Attorno al cibo si giocano anche i grandi interessi delle multinazionali nonché le questioni di giustizia sociale per preservare le produzioni locali e per dare possibilità di vita a chi vive di agricoltura. Parlare del cibo obbliga a riflettere sul senso del mangiare insieme, sul poterlo condividere con i popoli segnati da carestie e miseria; rinvia al senso di solidarietà, ma anche a scelte che toccano ambiti economici a livello globale.


Venerdì 17 aprile ore 21,00
"Europa: difficoltà e speranze tra cammino istituzionale e percorsi dei popoli"
Sede: Convento San Domenico
Relatori: Luca Jahier (Presidente del Terzo Gruppo del CESE) e Giorgio Ricchiuti (Docente di Economia Internazionale Università di Firenze)

Nel 2014 si sono svolte elezioni che hanno condotto non solo al rinnovo del Parlamento ma anche alla individuazione diretta del presidente della Commissione UE. Un passo importante, ma resta fondamentale, grazie a un impegno diffuso e a una nuova pressione dal basso, proprio la necessità di recuperare un disegno europeo che sia "politico", verso una linea federale costituente affinché a indicare percorsi nuovi di solidarietà sia la dimensione politica, con la sua dinamica democratica, e non quella di tipo finanziario, con le sue oggettive opacità e le sue evidenti ingiustizie.


Venerdì 8 Maggio ore 21,00
"Ambiente: tra devastazione e salvaguardia."
Sede: Circolo Montemagno
Relatore: Andrea Masullo (consulente scientifico Greenaccord onlus), Mauro Banchini (giornalista Ufficio Stampa Regione Toscana)

La serata prenderà in considerazione il tema dell´ambiente. A livello locale, ambiente significa lavoro della terra, coltivazione, vivaismo, verde: l´attenzione alla terra, propria di una antica tradizione di tipo agricolo tipica della nostra realtà toscana e pistoiese, oggi è chiamata ad affrontare nuove sfide nei processi di industrializzazione agricola, negli scenari globalizzati, nelle scelte di produzione che proprio a livello europeo vengono individuate, ma anche in un contesto globale in cui non solo la terra ma anche l´acqua e l´aria costituiscono beni comuni minacciati da forme diverse di sfruttamento. I mutamenti climatici in atto sono frutto di scelte politiche e economiche che influenzano la situazione dell´ambiente. La politica delle privatizzazioni, l´utilizzo irresponsabile di beni comuni, le logiche di sfruttamento che portano agli inquinamenti e causano danni alla salute umana e alle biodiversità: tutte questioni che interessano non solo il livello globale, ma anche quello locale e che ci interrogano in prima persona sul "che fare subito".
La cura dei beni comuni e dell´ambiente costituisce così un´urgenza connessa alla ricerca di qualità di vita buona per chi vive oggi ed anche per poter consegnare una terra viva a chi vivrà domani. La questione dell´ambiente non è dunque ambito per soli esperti o per esteti della natura: riguarda tutti. Ciascuno di noi ha il dovere di sentirsi responsabile.


Venerdì 15 maggio ore 21,00
"Lavoro: fra cambiamenti e prospettive"
Sede: Convento san Domenico
Relatori: Stefano Tassinari (Vice presidente nazionale ACLI) - Renzo Innocenti (ex Presidente commissione lavoro Camera dei Deputati)

La serata affronterà il lavoro nel quadro delle scelte economiche che ne determinano la configurazione attuale. La discussione intende focalizzare soprattutto gli orientamenti che a livello europeo si stanno prendendo nonché uno sguardo alla realtà locale in modo da cogliere quali siano le trasformazioni in atto e quali prospettive possono essere percorribili perché nuove opportunità di lavoro e di un lavoro non schiavizzante e disumano, ma che rispetti la dignità di ogni persona, si possano aprire soprattutto per i giovani.
Da non trascurare, anche nel corso della serata, l´attenzione alla ricerca e all´innovazione quali componenti strategiche anche in rapporto con nuove forme di lavoro.


Il ciclo di incontri è stato pensato anche come occasione di ricordo di Alexander Langer, a venti anni dalla sua morte, riprendendo temi cari alla sua riflessione e al suo impegno, che costituiscono ancora sfide aperte del nostro tempo per la costruzione di una convivenza umana e solidale.
[<<] [Agosto 2020] [>>]
LMMGVSD
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

L´archivio delle idee ACLI

[]
Note politiche, Position paper, E-book, Report, Dossier

Le ACLI Toscane aderiscono a

[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio