21 Settembre 2020

GIACOMO MARTELLI E´ IL NUOVO PRESIDENTE DELLE ACLI TOSCANE

30-04-2016 22:22 - NEWS ACLI TOSCANA - territorio
Giacomo Martelli è il nuovo Presidente regionale delle Acli Toscane, eletto oggi dal primo Consiglio regionale dell´Associazione. Giacomo Martelli, nel precedente mandato regionale aveva ricoperto i ruoli di Vice Presidente e di Presidente del Patronato.

Su proposta del nuovo Presidente è stata eletta la nuova Presidenza Regionale che è così composta:

Giacomo Martelli Presidente Regionale

Antonio Melani Segretario di Presidenza con delega al Lavoro e Welfare
Pier Carlo Pennacchini Responsabile all´Amministrazione
Elena Pampana Responsabile allo Sviluppo Associativo e Commissario Regionale U.S. ACLI Regionale
Gabriele Parenti Segretario di Presidenza con delega ai rapporti col Terzo Settore

Componente di diritto
Paolo Formelli Segretario Regionale FAP ACLI.


Sono state inoltre assegnate le seguenti deleghe ai Consiglieri Regionali:
Fabio Necchi, Consigliere Regionale con delega all´innovazione delle Acli Service
Alessandro Barsi, Consigliere Regionale con delega alla progettazione di strumenti di aggregazione giovanile
Sergio Parrini, invitato permanente in Consiglio Regionale.

L´attività sociale del neo-presidente Martelli (che succede a Federico Barni) è iniziata con esperienze di volontariato in parrocchia, come animatore dei campi scuola, Capo scout dal 1985 attualmente impegnato come Akela (capo dei lupetti). Dal 1990 ha operato nelle Acli di Pisa, prima nel settore degli spettacoli popolari, poi come Responsabile dei Servizi di Patronato e del CAF, ed infine come Presidente provinciale.

Nell´assumere il nuovo incarico Giacomo Martelli ha posto l´accento sul welfare che deve essere considerato non oggetto di tagli, come troppo spesso avviene, ma un investimento per la ripresa. Inoltre il neo presidente regionale ha sollecitato un piano straordinario per il lavoro e investimenti per la formazione che è il valore aggiunto per il rilancio produttivo ed sottolineano la necessità di un´etica pubblica condivisa che dia alle istituzioni ed alle persone che le rappresentano la credibilità per operare le riforme. Particolare attenzione sarà rivolta anche alla riforma del Terzo settore.

Sui temi del lavoro che costituiscono storicamente il terreno d´impegno delle Acli, Martelli afferma che la perdurante crisi incide negativamente anche sulla tutela dei diritti, sulla salute, sulla qualità della vita e rileva che "il lavoro è il fattore prioritario e su questo la politica si deve impegnare con un piano espansivo di grande portata che faccia da volano.
Il Job acts -rileva Martelli – ha portato effetti positivi e risultati concreti, ma adesso è il momento di un grande piano per il lavoro. che sia fatto di incentivi per l´occupazione giovanile ma anche di specifici piani per le opere pubbliche, per la tutela dell´ambiente, la valorizzazione del patrimonio artistico e la promozione del turismo, per il rilancio del settore agroalimentare, per il recupero edilizio- specie nei piccoli centri- spesso proclamato ma poco attuato. Operando quei risparmi non più rinviabili sulle spese della macchina burocratica, sulla proliferazione di Enti che costituiscono ridondanze e duplicazioni, sui costi della politica, si devono trovare risorse per una politica espansiva che non si affidi solo a incentivi parziali ma rilanci l´occupazione.
[<<] [Settembre 2020] [>>]
LMMGVSD
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930    
L´archivio delle idee ACLI
[]
Note politiche, Position paper, E-book, Report, Dossier
Le ACLI Toscane aderiscono a
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio