13 Luglio 2020

IL SEN. VANNINO CHITI HA INCONTRATO LA FAP DI FIRENZE PER PARLARE DI ART.38 E DI EUROPA

09-05-2015 22:05 - NEWS ACLI TOSCANA - territorio
Nell´ambito del ciclo di incontri con i parlamentari del territorio nei quali il Segretario della Fap fiorentina Sergio Parrini, ha illustrato la proposta di legge della Fap nazionale sull´ "integrazione al minimo vitale per trattamenti pensionistici calcolati esclusivamente con il sistema contributivo" la segreteria della Fap di Firenze ha recentemente incontrato il Sen. Vannino Chiti che dopo l´esposizione fatta dal segretario Parrini ha espresso vivo interesse e sostegno al l´iniziativa.
Sergio Parrini ha rilevato che l´articolo 38 è un caposaldo della nostra Costituzione - perché delinea un sistema di convivenza basato sulla solidarietà sociale.
L´ampiezza di vedute dei nostri costituenti- sottolineato Parrini - delinea un modello di stato sociale che ha nella solidarietà e nella garanzia di un tenore di vita libero e dignitoso un elemento fondante della convivenza e della coesione sociale.
L´incontro, però, è stato anche l´occasione per i dirigenti della Fap fiorentina di parlare
con il Sen. Chiti anche della sua attività di Presidente della Commissione parlamentare per le Politiche europee: è stato un incontro molto interessante perché l´Europa è sempre più un punto di snodo anche delle problematiche sociali.
Rispondendo ad una nostra domanda sul livello di integrazione europea il Sen.Chiti ha rilevato che Oltre il 70% della legislazione degli stati membri è orientato dalle direttive europee. Quindi ci sono due aspetti da valutare : uno è la corrispondenza fra le leggi italiane ed i provvedimenti europei anche per evitare le relative sanzioni ; l´altro è la capacità di muoversi prima "che i buoi lascino la stalla" . Fuori metafora - ha spiegato Vannino Chiti - bisogna che il sistema- paese si muova quando nella fase di elaborazione di una direttiva si tengono le relative consultazioni e l´Italia possa così ottenere attenzione per le proprie problematiche.
Nel corso dell´incontro, Gabriele Parenti ha sottolineato che essere coerenti con le direttive europee è un onere ma anche un vantaggio. Il sen.Chiti ha rilevato che, in quella che in gergo tecnico è la fase "ascendente", di formazione della legge, ogni paese fa presenti le proprie esigenze e condizioni e in questo caso è poi più facile applicare la direttiva quando viene varata. In questa ottica occorre coinvolgere non solo Governo e Parlamento ma anche i parlamentari europei, le parti sociali , le Regioni che hanno una funzione molto importante. Ed ha spiegato che parte del lavoro della Commissione Politiche europee è, appunto, di dare un parere alle altre commissioni parlamentari (sanità ambiente. Trasporti, tanto per fare degli esempi) per vedere se le leggi che stanno approntando sono conformi o difformi da quanto chiede l´Europa.
[<<] [Luglio 2020] [>>]
LMMGVSD
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

L´archivio delle idee ACLI

[]
Note politiche, Position paper, E-book, Report, Dossier

Le ACLI Toscane aderiscono a

[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account