23 Luglio 2021

INQUINAMENTO DA TRAFFICO: LA SOLUZIONE E´ IL TRENO. LE ACLI AL CONVEGNO "CON IL TRENO SI PUO´"

16-12-2015 21:07 - NEWS ACLI TOSCANA - territorio
La recente conferenza internazionale sul clima ha riproposto con forza i drammatici problemi dell’ inquinamento tra i quali quello da traffico ha una parte rilevante. Ma se davvero vogliamo risolverli più che i divieti occorre offrire alternative e fra queste il treno è tra le più valide ,specie in aree come la nostra dove il flusso dei pendolari è più che notevole.
Per questo le Acli hanno partecipato al convegno “Con il treno si può…” organizzato dall’Associazione “Vivere in Valdisieve, e da AMT (Associazione per gli studi sulla mobilità in Toscana), “Legambiente”, e dall’Unità di ricerca “Sostenibilità urbano progetti e ricerche” del Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze. Che ha sollevato importanti problemi relativi all’area della città metropolitana.

Nel suo intervento, Gabriele Parenti delle Acli fiorentine e toscane ha rilevato che il treno può essere la soluzione vincente. Costruire un anello metropolitano diversificando rispetto all’alta velocità, avere treni locali come una metropolitana di superficie , avere adeguati parcheggi scambiatori (gratuiti ) anche nei comuni dell’hinterland può Invertire la tendenza che vede sempre più auto affollare le vie d’accesso a Firenze ciò ha concluso Parenti . anche in correlazione con il sempre maggior numero di famiglie che dalla città stanno andando a risiedere nei comuni periferici. Inoltre –ha concluso- la flessibilità dei lavori richiede che il servizio sia cadenzato (ad es ogni 30 minuti) non solo nelle c.d. ore di punta ma per l’intero arco della giornata.

Sull’argomento abbiamo poi interpellato la consigliera regionale Fiammetta Capirossi che sul tema degli orari cadenzati ha detto “Sono d’accordo, quando ci sarà un servizio del genere potremmo dire di far parte a pieno titolo della Città Metropolitana; su questo punto è necessario uno stretto rapporto di confronto e collaborazione tra la città metropolitana e la Regione, in modo da fornire un adeguato servizio di mobilità su ferro fra centro e periferie."

Abbiamo poi affrontato un’altra criticità ovvero il costo dei biglietti e la proposta di rimodulare le fasce chilometriche . “La competitività rispetto all’uso dell’automobile - ha rilevato Fiammetta Capirossi - si misura sul prezzo degli abbonamenti piuttosto che sui biglietti singoli. Più che una rimodulazione delle fasce chilometriche sarebbe opportuno un maggior numero di fasce ISEE per fornire agevolazioni più puntuali, oppure un sistema di costi calmierati rivolti a categorie particolari, penso in primis agli studenti".
keyboard_arrow_left
Luglio 2021
keyboard_arrow_right
calendar_view_month calendar_view_week calendar_view_day
Luglio 2021
L M M G V S D
28
29
30
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
1
2
3
4
5
6
7
8
L´archivio delle idee ACLI
[]
Note politiche, Position paper, E-book, Report, Dossier
Le ACLI Toscane aderiscono a
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio