09 Maggio 2021

INTERVISTA AL CONSIGLIERE REGIONALE SEVERINO SACCARDI

01-07-2014 20:50 - NEWS ACLI TOSCANA - territorio
E´ rientrato in Consiglio regionale Severino Saccardi, direttore di Testimonianze, con cui condividiamo numerose esperienze di impegno sociale e culturale. Nel fargli i nostri migliori auguri di buon lavoro gli abbiamo rivolto alcune domande:

Con quale spirito inizi questo nuovo percorso istituzionale?

Poiché a fine marzo prossimo il Consiglio verrà sciolto, il tempo per lavorare non è molto. Nonostante questo limite oggettivo, torno a sedermi fra i banche dell´Assemblea regionale della Toscana, con molta emozione, per questo cammino che riprende e con molta voglia di fare.

Il campo in cui intendi impegnarti coincide con molte tematiche delle Acli

E´ mio intendimento ripartire da dove ero rimasto, per così dire, quattro anni fa, al momento della conclusione della mia esperienza di consigliere della Regione Toscana nella scorsa legislatura. Ho cercato allora, come ho saputo e potuto , mettere in primo piano i diritti, la cultura e la solidarietà.
Molto è stato certamente il lavoro che allora è stato compiuto: con l´attenzione alle carceri, ai problemi del mondo della cultura, alle iniziative e manifestazioni di solidarietà con i popoli e le realtà del mondo in cui i diritti umani sono conculcati o sono scarsamente rispettati. E´ con questo spirito (nel poco tempo a disposizione, come prima ho detto) che cercherò di rimettermi al lavoro su questi temi. Preziosi sono in merito i consigli degli amici e gli apporti delle realtà che operano nella società civile. Spero vivamente di poter svolgere questo lavoro nell´ambito della Commissione cultura del Consiglio Regionale (in cui hi già lavorato per l´intera scorsa legislatura) e che è ovviamente la mia naturale destinazione essendo stato io chiamato a surrogare il consigliere Nicola Danti (che della Commissione cultura era presidente) eletto al Parlamento europeo.

Alcune delle priorità della Toscana che vorresti vedere risolte..

I problemi sono molti. Certo è chela questione di fondo della nostra Regione è quella della coniugazione (in un tempo in cui il tradizionale modello toscano di sviluppo è entrato evidentemente in crisi) di una ripresa e di crescita economica, che ricrei lavoro e che sia però rispettosa della sostenibilità e della tutela dell´ambiente. Più spazio, sia in termini di risorse sia di progettualità complessiva, andrebbe data alla valorizzazione del patrimonio culturale e delle molte realtà che, nel settore della cultura, meritoriamente operano spesso in condizioni di ristrettezze e di povertà di mezzi. Si tratta ovviamente non di promuovere una politica di carattere assistenziale nei confronti di tali realtà (ormai impossibile, peraltro, in tempi di vacche magre) ma di valorizzare pienamente progetti che mirino a coniugare forme più tradizionali di presenza e di intervento con elementi di sperimentazione e di innovazione (soprattutto nel campo della comunicazione e dell´informazione) soprattutto in relazione all´uso delle muove tecnologie e dei nuovi strumenti della comunicazione.

Un ponte, dunque, tra passato e futuro

Preservare una grande tradizione e valorizzare la memoria dovrebbero in questo senso andare d´accordo con la sperimentazione delle vie e con l´accettazione delle sfide che inevitabilmente e positivamente si pongono nella nostra contemporaneità. Infine, mi pare di dover riconfermare l´importanza della politica di solidarietà e di attenzione verso le questioni dei diritti umani e dei diritti dei popoli cui Firenze, città-simbolo della pace e dei diritti umani, e la Toscana come terra del mondo, hanno saputo spesso qualificare la loro esperienza e la loro azione nella storia a noi prossima. Una storia da cui molto c´è da apprendere, e da riprendere, nel nostro tempo della complessità, caratterizzato dalla nuova realtà dell´interdipendenza delle relazioni umane, in un contesto in cui le realtà locali (le città e le regioni del mondo) sono chiamate spesso, e non paradossalmente, a vivere e ad interpretare una dimensione di nuovo protagonismo nella dimensione del "mondo globale".
[<<] [Maggio 2021] [>>]
LMMGVSD
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      
L´archivio delle idee ACLI
[]
Note politiche, Position paper, E-book, Report, Dossier
Le ACLI Toscane aderiscono a
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio