10 Luglio 2020

LA FAP TOSCANA CHIEDE AL PREMIER RENZI: IL BONUS DI 1,6 MILIARDI SIA DESTINATO ALLE FASCE PIU´ DEBOLI TENENDO PRESENTI I PROBLEMI DEI PENSIONATI A BASSO REDDITO

07-04-2015 10:24 - NEWS ACLI TOSCANA - territorio
L´esclusione dagli 80 euro è stata una grossa delusione per i pensionati a basso reddito che contavano di avere un po´ di sollievo in una situazione per loro molto difficile.
Ma adesso che si discute su come distribuire il "tesoretto" di 1,6 miliardi annunciato dal governo, la Fap-Acli della Toscana chiede che tra le priorità ci sia un intervento sulle pensioni più basse che -osserva il segretario regionale Paolo Formelli- è non solo essenziale ma anche urgente perché molti anziani sono in forte difficoltà.
I tagli al welfare -prosegue Formelli(che è anche vicesegretario nazionale dell Fap)- hanno indebolito gli strumenti di protezione sociale;tanto più che anche i tagli agli Enti locali hanno finito per riversarsi sul welfare; e bisogna anche sottolineare che, con la crisi, per molti anziani si è indebolita anche la rete di protezione familiare ,quando i figli si sono trovati senza lavoro o con minori possibilità economiche.
Da qui situazioni di vera emergenza. Per questo la FAP Toscana fa appello al Presidente del Consiglio Matteo Renzi perché una parte del "tesoretto" sia destinata a far crescere le pensioni di modesta entità a cominciare più basse.
[<<] [Luglio 2020] [>>]
LMMGVSD
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

L´archivio delle idee ACLI

[]
Note politiche, Position paper, E-book, Report, Dossier

Le ACLI Toscane aderiscono a

[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account