04 Dicembre 2020

"METTIAMOCI IN GIOCO": PRESENTATA IN TOSCANA LA NUOVA CAMPAGNA

24-11-2014 21:26 - NEWS ACLI TOSCANA - territorio
"Mettiamoci in gioco": presentata in Toscana la campagna promossa da un cartello di 22 soggetti tra cui le Acli e alla quale aderiscono Regione e Anci

La campagna di comunicazione "Mettiamoci in gioco" per sensibilizzare contro i rischi del gioco d´azzardo e presentata in Regione Lunedì 24 novembre a cura del Coordinamento toscano fra le sigle coinvolte (in Toscana sono 22), hanno aderito anche la Regione e ANCI Toscana rappresentate, in conferenza stampa, dalla vicepresidente Stefania Saccardi e dalla presidente Sara Biagiotti.
La campagna consiste in due spot tv e due spot radio, un manifesto, due locandine, una vetrofania, un cartello per espositori, un banner per siti, immagini coordinate per facebook e Twitter. Nei giorni prossimi il coordinamento delle associazioni toscane proporrà a radio e tv locali di mettere in onda gli spot.
Questi i 22 soggetti che in Toscana sostengono la campagna: Acli, Anci Toscana, Anolf Firenze, Anteas Toscana, Anteas Arezzo, Anteas Firenze, Arci Empolese Val d´Elsa, Avviso Pubblico, Azione Cattolica, Ceart, Ceis-Fict, Cgil Toscana, Cisl Toscana, Uil Toscana, Conagga, Dipartimento Neurofarba sezione Psicologia Università di Firenze, Federconsumatori, Fit-Cisl, Libera, Orthos, Progetto San Francesco, Uisp.
Sulla natura "non proibizionistica" della campagna ("puntiamo tutto sulla sensibilizzazione davanti a un problema che sta emergendo in tutta la sua gravità e che colpisce soprattutto le persone più deboli e più povere") ha insistito il Coordinamento toscano che ha anche fornito dati toscani sulla "vera e propria esplosione" di questi giochi: una esplosione - ha aggiunto - "diventata forte problema sociale".
La "convinta adesione" della Regione Toscana alla campagna è stata motivata da Stefania Saccardi che ha anche informato su una recente delibera relativa al trattamento del GAP (Gioco d´Azzardo Patologico): 208 mila euro destinati alle ASL toscane per dare continuità alle "linee di indirizzo" già approvate dal governo toscano ("Siamo una delle prime regioni italiane ad aver dato seguito alla legge nazionale che ha riconosciuuto il gioco d´azzardo come una malattia prevedendone l´inserimento nei LEA, i livelli Essenziali di Assistenza").
"Una malattia da combattere - ha aggiunto Sara Biagiotti, presidente toscana ANCI - e come sindaci aderiamo con forza e determinazione alla campagna per un cambiamento culturale che parta soprattutto dalle scuole e che attraverso una campagna capillare di sensibilizzazione evidenzi tutti i rischi del gioco compulsivo". ANCI invita inoltre tutti i Comuni ad approvare specifici regolamenti e condivide con le associazioni e con la Regione la convinzione che sia necessaria una radicale azione a livello nazionale anche per varare nuove norme contro la pubblicità sui giochi d´azzardo.
[<<] [Dicembre 2020] [>>]
LMMGVSD
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   
L´archivio delle idee ACLI
[]
Note politiche, Position paper, E-book, Report, Dossier
Le ACLI Toscane aderiscono a
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio